Sicurezza informatica

Charlie Sheen bufala della morte diffonde malware attraverso Facebook



Molti titoli simili si stanno diffondendo in tutto Facebook e, in misura minore, Twitter. Si comincia con “RIP!” o “Breaking News” e contengono il testo che l’attore Charlie Sheen è morto nella sua casa o per arresto cardiaco, insomma una bella bufala per distribuire malware a larga scala.Cliccando su questi link, l’utente è indirizzato a una pagina fittizia-clone di YouTube, in cui ogni clic su una qualsiasi parte dello schermo inizierà la diffusione della truffa sul proprio profilo dell’utente Facebook. Molte persone hanno comunicate che sono state infettate da malware dopo la visita al sito sospetto.Quindi evitate ogni link di morti sospette sul social network ma verificate in google sui siti d’informazione per evitare truffe e danni al pc.



Argomenti correlati a: Charlie Sheen bufala della morte diffonde malware attraverso Facebook


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>