f1-home Tempo Libero

F1 2016 – Recensione PS4


Con l’edizione di Codemasters 2016, la F1 trova il gioco perfetto, di meglio, gli appassionati delle monoposto a quattro ruote non potevano sperare. C’è in pratica tutto quello che un’esperienza completa, vissuta dal paddock fino alla conclusione di una gara o di un Mondiale, richiede. Sono state migliorate tutte quelle imperfezioni notate nell’edizione 2015: favoriti forse dal fatto che le norme della Formula 1 non sono cambiate tantissimo in quest’anno solare, i developers di Codemasters hanno potuto concentrarsi sulla ‘User Friendly’.

Partiamo da quella che forse era anche la parte migliore del titolo 2015 e che quindi non necessitava di molte modifiche ma che è stata comunque migliorata un minimo: la grafica, azzeccata in ogni frangente di gioco, che garantisce una divertente ed efficace velocità di gameplay, ci garantisce l’immersività nell’abitacolo, la percezione dell’asfalto, la visuale chiara e nitida, per un’esperienza che ci fa quasi vivere alla stregua di uno dei leader delle monoposto di Formula 1.

A proposito di ‘ascoltare i giocatori’: quella parte, fondamentale per i titoli sportivi a ogni latitudine, che era stata inspiegabilmente accantonata nel 2015, è stata per fortuna ripresa e resa un vero fiore all’occhiello di questo titolo 2016, stiamo ovviamente parlando della modalità carriera. Perché se l’esperienza di gioco, coadiuvata da grafica eccellente, frame rate che rispetta i canoni di ultima generazione, è stata fantastica nelle gare veloci, nelle sezioni multigiocatore e nella stagione completa, con la modalità carriera Codemasters fa fare un salto di qualità alla propria concezione di esperienza di gioco dedicata alla Formula 1. Oltre a dare un servizio quasi dato per scontato dai giocatori di titoli del genere ‘Sport’, ha approfondito al massimo i particolari e i dettagli di un’esperienza di gioco che diventa quindi unica e affascinante al tempo stesso.

 

La modalità carriera consente di vivere a 360 gradi la vita del proprio pilota, entrare a contatto con tutte le figure che circondano il pilota nella vita reale, affrontare tutte le esperienze di F1, che vanno dal rapporto con gli ingegneri alla collaborazione per trovare il giusto assetto della propria monoposto, dalle prove libere alle qualifiche, fino alla gara e alla vittoria. Realistico, come il fatto di dover subire meno o maggiori pressioni a seconda della scuderia che si sceglie all’inizio della propria carriera: si potrà optare per la Mercedes, ma si dovrà sottostare alle ovvie esigenze di vittoria della scuderia. Al contrario, optare per una scuderia minore darà maggior spazio alla crescita del pilota, anche correndo su di una monoposto meno competitiva.

Non sveliamo oltre sulle modalità carriera, che si potranno scoprire man mano giocando e godendosi un gioco davvero ben pensato, progettato e…riuscito.

Parliamo invece della customizzazione: in F1 2016 la possibilità di definire la propria esperienza di gioco, di potenziarne difficoltà o profondità di simulazione, di smussarne ostacoli e peculiarità, viene esaltata fino a raggiungere livelli di perfezione. Si potrà in pratica personalizzare l’esperienza di gioco a propria immagine e somiglianza o secondo le proprie esigenze. Qualche esempio?
Oltre a poter definire i dettagli, non trascurabili, di difficoltà di guida, di assetto, degli avversari (impostando una IA che a livelli alti consente davvero di apprezzare le bagarre anche tra compagni di scuderia!), si può scegliere come affrontare le varie modalità di gioco: nella modalità stagione o carriera, è possibile definire la durata delle ‘Libere’, se affrontare tutte le sessioni in tempo reale, se affrontare Q1, Q2 e Q3 rispettando i tempi reali delle Qualifiche, se girare in un Gran Premio per la reale durata dello stesso. Oppure vivere un’esperienza semplificata, con pochi danni alle vetture, con un tutoraggio per la guida, la frenata o la tenuta di strada, oltre che ai box e sui settaggi di assetto e gomme. Veloce, ma sempre divertente anche quest’ultima esperienza.

f1-16

 

Ulteriore Plus e di quelli ben marcati, lo ritroviamo nella scelta dei telecronisti italiani, capaci di portarci all’interno di ogni singolo Gran Premio e di farcelo vivere dall’interno, capaci di guidarci fin dalle prove libere, di commentare e valutare le singole piste, con presentazioni grafiche spettacolari con visuale dall’alto e grafici di rendimento da urlo. Insomma, sembra di vivere davvero all’interno del paddock e, contemporaneamente, di potersi godere al meglio la gara in posizione privilegiata. Il tutto è condito da un’ottima risposta del gamepad della PS4.

In pratica, in F1 2016, tutti gli appassionati delle quattro ruote troveranno di che divertirsi, potranno immedesimarsi a 360 gradi nell’esperienza del proprio pilota, crescere insieme a lui e raggiungere le vittorie attraverso tutti gli ostacoli che si frappongono durante il cammino. Un titolo che porta ad un nuovo livello, molto alto, il concetto di gioco per appassionati di Formula 1. Crediamo sia la migliore esperienza di gioco dedicata alle monoposto su 4 ruote degli ultimi 20 anni.

F1 2016 - RECENSIONE PS4

SVILUPPATORI 93%
STORIA 88%
GRAFICA 88%
GIOCABILITA' 92%
DURATA 90%
PERSONAGGI 87%
Final Thoughts

Un titolo che porta ad un nuovo livello, molto alto, il concetto di gioco per appassionati di Formula 1. Crediamo sia la migliore esperienza di gioco dedicata alle monoposto su 4 ruote degli ultimi 20 anni.

Overall Score 89% Valutazione
Readers Rating
1 votes
93


Argomenti correlati a: F1 2016 – Recensione PS4