Sicurezza informatica

Worm Mariposa potrebbe essere russo


Esperto per la sicurezza Eugene Kaspersky pensa botnet più grande al mondo, Mariposa, è stato realizzato in Russia , la botnet Mariposa si pensa abbia controllato circa 13 milioni di computer infetti, che ha utilizzato lo scorso anno per rubare dati della carta di credito, password di social networking e altre informazioni di account online a persone ignare di tutto.

Le autorità spagnole hanno arrestato tre uomini in connessione con Mariposa ma si pensa che è stato solo l’inizio di tutto quello che ci stava dietro a una organizzazione molto più estesa.

Chi sarebbero stati i tre arrestati?

“Credo che i tre arrestati non sapevano molto di botnet. Hanno appena comprato e seguito le istruzioni “, ha detto Kaspersky Computerworld Australia.

Kaspersky Labs ha costruito un laboratorio per difendersi da attacchi Denial of Service (DoS) in Russia.

Il laboratorio, che ha aperto il mese scorso, offrirà servizi di difesa per le imprese e gli enti governativi interessati da attacchi DoS.

Co-fondatore Eugene Kaspersky ha detto che spera di offrire servizi di livello internazionale contro questa tipologia di attacchi . Per siti di milioni di utenti un attacco dos potrebbe costare milioni di euro, per banche potrebbero perdere in borsa milioni di euro, per aeroporti potrebbero smettere di funzionare e questi sono solo alcuni scenari possibili.





Argomenti correlati a: Worm Mariposa potrebbe essere russo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *