Tempo Libero

Visage, recensione PS4


Visage è un titolo horror in prima persona, dove enigmi e misteri si celano all’interno di una casa che ha visto tante scene tragiche susseguirsi. Dove ogni cosa potrebbe esserci nemica, così come la semplice oscurità e la nostra sanità mentale – sia come avatar che come giocatore si intende.

Sì perché l’atmosfera di Visage è ben riuscita, i momenti di panico e di suspance si susseguono senza esclusione di colpi e la paura è sicuramente la padrona indiscussa di questo titolo di SadSquare Studio.

Visage ci immerge in una inquietante scena con omicidi molteplici, che fanno solo da apripista per i molti eventi terrificanti che sono avvenuti all’interno della stessa abitazione. Eventi da incubo che scopriremo man mano nei panni di Dwayne Anderson, il nostro alter ego, che dovrà districarsi nei meandri di una mansion tutt’altro che amichevole, risolvendo enigmi e misteri, approfondendo le nostre ricerche per dare fondo all’esplorazione e alla nostra arguzia e esplicare tutti i capitoli basati sui tragici eventi della casa.

Sin dal principio ci rendiamo conto dell’importanza della salute mentale del nostro personaggio – e non solo: ci svegliamo in una fredda e anonima stanza immersi nel sangue, una pozza dalla quale ci trasciniamo fuori con fatica, solo per scoprire di essere all’interno di un corridoio scuro e misterioso, dove anche una semplice lampadina (ovviamente sono le obsolete lampadine a incandescenza, quelle che scoppiano per intenderci) malfunzionante può diventare fatale per noi.

Il gameplay, seppur non troppo fluido nei movimenti e nell’interazione con oggetti, cassetti, sportelli, chiavi etc., è coinvolgente, l’atmosfera tetra e a tratti raccapricciante, è accompagnata da un sound davvero horror e ben bilanciato con le varie fasi di gioco, il tutto è ben congegnato a tal punto da far rimanere incollati al gamepad e di farlo scivolare non poco a forza di sudare freddo.

Il gioco si evolve in quattro capitoli, storie, che approfondiscono i misteri che si sono evoluti in maniera terrificante tra corridoi e stanze della medesima casa: ma l’evoluzione della storia corrisponde all’iperbolica crescita della paura e delle fasi di suspance e colpi di scena, al punto che i quattro capitoli diventano 4 storie vere e proprie, ciascuna con una sua vita propria, e, sebbene possa sembrare ripetitivo il doversi barcamenare tra le stesse camere e corridoi, non avremo mai il senso di noia, anzi, tutt’altro.

Visage è un gioco horror che riesce appieno nell’intento di terrorizzare il giocatore e al contempo tenerlo incollato allo schermo: prende a piene mani da film e titoli del genere riusciti, garantendo, per i fan della tipologia, un discreto numero di ore di divertimento/spavento e sobbalzi.

VISAGE PS4 REVIEW

Final Thoughts

Visage è un gioco horror che riesce appieno nell'intento di terrorizzare il giocatore e al contempo tenerlo incollato allo schermo: prende a piene mani da film e titoli del genere riusciti, garantendo, per i fan della tipologia, un discreto numero di ore di divertimento/spavento e sobbalzi.

Overall Score 82% VALUTAZIONE
Readers Rating
2 votes
83


Argomenti correlati a: Visage, recensione PS4