Tempo Libero

Virtua Fighter 5 Ultimate Shodown, recensione PS4


Una delle pietre miliari di un genere che viveva e si rinnovava in sfide ad alta intensità in ambito da sala giochi, Virtua Fighter ha sicuramente data un contributo non indifferente al notevole sviluppo dei picchiaduro di stampo nipponico. In tutti gli ambiti, dalle versioni arcade a quelle da console, i picchiaduro come Virtua fighter hanno segnato l’infanzia e la giovinezza di giocatori e picchiatori in erba fin dai primi anni ’90.

Se Virtua Fighter ha segnato la storia videoludica specialmente in Oriente, arrivando con un pizzico di ritardo in Occidente, ha comunque stabilito una solida base di proseliti anche grazie agli adattamenti anime, oltre che alla longeva serie del franchise: se i primi capitolo erano di prerogativa ed esclusiva per console SEGA, dal Saturn al Dreamcast, con il quarto capitolo e poi i successivi, la serie fighting approda sulla console (PS2) per eccellenza del periodo (inizi anni 2000), la PlayStation di SONY. Segue il quinto capitolo, poi rivisto e aggiornato per console più moderne per il periodo, ossia la PS3 e la XBox 360, nella sua versione “Final Shodown”, fino ad arrivare ad oggi, alla versione definitiva, riadattata e ben confezionata, per console di penultima generazione.

Virtua Fighter 5: Ultimate Shodown di SEGA è proprio la versione di picchiaduro pensata per console iper-diffuse come PS4 e XBox One, che sfruttano completamente la connessione ad internet. Sì perché questa rivisitazione moderna del quinto capitolo è esclusivamente pensata per il multiplayer online, per scontri e classifiche sull’etere, senza alcuna possibilità (necessità?) di avere una campagna in singolo da poter vivere o gustare. In singolo potrete cimentarvi solo negli allenamenti (fondamentali come in nessun picchiaduro come questo) o nelle battaglie arcade, con sfide continuative (8) con un unico personaggi, privo però di un vero e proprio significato se non quello di potervi allenare ulteriormente con le mosse speciali di questo o quel personaggio. Per poi presentarvi con maggiori competenze in tornei online (o al massimo sfidarvi in due in locale). C’è poco da dire, VF5: Ultimate Shodown è nato esclusivamente per i giocatori eSport.

Il gameplay è tipico del genere, ma specifico di Virtua Fighter: difficile, tanto difficile da padroneggiare lo stile di combattimento che rievoca più battaglie ragionate, dove schivata, parata e colpo al momento giusto fanno la differenza di tutto il mondo. Del resto non ci si aspettava nulla di diverso da un picchiaduro che è nato con una sua prerogativa tipica delle arti marziali orientali, senza spettacolarizzazione estrema, ma dove anche un singolo colpo ben assestato e con il tempismo giusto possono dare la vittoria del round.

Visto che, sul piano del gameplay e dell’eccessivo livello di necessità di apprendimento, non possiamo certo dire che Virtua Fighter 5: Ultimate Shodown sia per tutti, specie per chi si approccia per la prima volta al genere, al contempo non possiamo non notare l’incredibile effetto tecnico e grafico del motore (Dragon Engine) adoperato per questa nuova versione del classico picchiaduro di SEGA. Anche i modelli 3D dei personaggi e le ambientazioni prendono nuova vita e vigore, e sono certamente degne di nota.

Virtua Fighter 5: Ultimate Shodown è un picchiaduro non per tutti, una dedica per i fan del franchise a cui strizza constantemente l’occhio, pensato e progettato esclusivamente per gli scntri e le battaglie online, per scalare classifiche globali e prettamente orientato agli eSports. Elitario, esclusivo, ma con una grafica e meccaniche di gioco che gli fanno sicuramente ritagliare un proprio spazio e una propria nicchia anche dopo un decennio dall’ultimo capitolo della serie di SEGA.

Virtua Fighter 5 Ultimate Shodown - Review PS4

Final Thoughts

Virtua Fighter 5: Ultimate Shodown è un picchiaduro non per tutti, una dedica per i fan del franchise a cui strizza constantemente l'occhio, pensato e progettato esclusivamente per gli scntri e le battaglie online, per scalare classifiche globali e prettamente orientato agli eSports. Elitario, esclusivo, ma con una grafica e meccaniche di gioco che gli fanno sicuramente ritagliare un proprio spazio e una propria nicchia anche dopo un decennio dall'ultimo capitolo della serie di SEGA.

Overall Score 75% VALUTAZIONE
Readers Rating
1 votes
77


Argomenti correlati a: Virtua Fighter 5 Ultimate Shodown, recensione PS4