Tempo Libero

Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, bundle di beneficienza a fianco di Ablegamers


Ubisoft ha annunciato oggi il lancio del Sesto programma Guardian, una nuova serie di bundle di beneficenza in Tom Clancy’s Rainbow Six Siege . Il pacchetto speciale, che include oggetti di gioco unici, offre ai giocatori l’opportunità di sostenere e donare a grandi cause e organizzazioni senza scopo di lucro. Per dare il via all’iniziativa, Ubisoft collabora con The AbleGamers Charity . 

A partire dal lancio della stagione 4 dell’anno 5 di Rainbow Six Siege i giocatori potranno acquistare un pacchetto che include un’uniforme, una skin per armi, un ciondolo e un copricapo con il caratteristico marchio AbleGamers arancione, bianco e grigio. Il 100% dei proventi netti, con un minimo di $ 6 USD per pacchetto venduto, sarà donato all’organizzazione. Il bundle di beneficenza è disponibile su PC Windows, PlayStation 4, PlayStation 5, Xbox One e Xbox Series X e Series S tramite il negozio di gioco Rainbow Six Siege e il negozio online Ubisoft. 

“AbleGamers è onorata di collaborare con Ubisoft per supportare i giocatori con disabilità con questo fantastico pacchetto Sixth Guardian”, ha affermato Steve Spohn, COO di AbleGamers e Direttore del supporto tra pari. “Con oltre 46 milioni di giocatori con disabilità solo in America e ancora di più in tutto il mondo, non potremmo essere più entusiasti di avere i ranghi della comunità di Rainbow Six che si uniscono alla nostra ricerca per combattere l’isolamento sociale e migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità . Fornendo l’attrezzatura e la conoscenza di cui hanno bisogno per giocare nei mondi virtuali che amiamo così tanto, si aprono porte che prima semplicemente non c’erano “. 

AbleGamers Charity è un’organizzazione dedicata a portare inclusione e una migliore qualità della vita alle persone con disabilità attraverso la potenza dei videogiochi. L’ente di beneficenza utilizza una combinazione di tecnologie assistive come i controller della bocca, lo sguardo degli occhi e controller appositamente personalizzati come Xbox Adaptive Controller per trovare un modo per chiunque di giocare ai videogiochi, indipendentemente dalla sua disabilità. AbleGamers crede che non esista un modo “cookie cutter” per aiutare le persone a tornare in gioco: gli ingegneri impiegano tempo con ogni individuo per identificare le loro esigenze e desideri specifici, insieme alle loro abilità e sfide uniche, per determinare l’esatta attrezzatura richiesta. 

I destinatari non pagano mai un centesimo per l’aiuto di AbleGamers: tutti i servizi sono coperti dai generosi donatori che mantengono l’ente di beneficenza fiorente e in grado di aiutare chi è nel bisogno. Per saperne di più su AbleGamers e su come partecipare alla raccolta fondi o per fare una donazione diretta, visita il sito ufficiale qui: https://ablegamers.org .



Argomenti correlati a: Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, bundle di beneficienza a fianco di Ablegamers