Tempo Libero

Super.com cerca attivamente di accelerare la crescita per supportare l’industria dei giochi come one-stop-shop


La società globale di editori, investimenti e tecnologia cerca di acquisire studi che promuovono l’innovazione e l’inclusività

Super.com , un editore globale di videogiochi, società di investimenti e tecnologia, ha annunciato oggi che sta accelerando la crescita dell’azienda e aumentando la sua posizione di leadership nel settore attraverso acquisizioni selezionate per far crescere il suo portafoglio di studi ed editori di videogiochi innovativi e inclusivi.

“ Super.com è all’altezza della convinzione fondamentale che “il gioco è per tutti”, facendo passi avanti innovativi e audaci con l’obiettivo di aumentare l’inclusività nello spazio di gioco. Stiamo cercando di ampliare la nostra famiglia e investire pesantemente in nuove tecnologie e studi creativi”, ha dichiarato Oleg Sambikin, CEO e fondatore di Super.com .

Con l’obiettivo di assemblare una potenza globale che fornisca titoli leader e tecnologie di gioco AI di nuova generazione, Super.com sta lavorando per acquisire società selezionate che migliorano il settore con inclusività e accessibilità. Recentemente, Super.com ha investito in Mars Vision, una nuova applicazione innovativa che consentirà ai non vedenti di giocare senza bisogno di modding.

“L’aggiunta alla nostra famiglia di creativi ed editori consentirà ai nostri prodotti di essere più innovativi e spigolosi; e, soprattutto, vogliamo che ogni team che si unisce a noi diventi il ​​nostro stakeholder nel rendere il gioco accessibile a tutti”, ha aggiunto Sambikin.

Super.com è guidato da un team esperto di ex dirigenti dell’industria dei videogiochi, banche di investimento globali e società di private equity. La società pubblica giochi d’azione pluripremiati su tutte le principali piattaforme di gioco moderne e investe in studi di sviluppo futuri e innovativi in ​​tutto il mondo.



Argomenti correlati a: Super.com cerca attivamente di accelerare la crescita per supportare l’industria dei giochi come one-stop-shop