Tempo Libero

SEGA chiede a 650 dipendenti di dimettersi per la crisi economica della pandemia


Le sale giochi di Sega in Giappone hanno subito una perdita grave a causa del coronavirus e dell’allontanamento sociale. Sfortunatamente, è un così grande insuccesso tale da danneggiare l’intera azienda e la società madre di Sega, Sega Sammy Holdings, chiede ad alcuni dei suoi dipendenti di lasciare volontariamente il posto di lavoro.

Secondo SoraNews24 , Sega ha recentemente perso circa 21,7 miliardi di yen (circa 206,7 milioni di dollari). Stanno tagliando i redditi dei dirigenti e vogliono avere 650 dipendenti in meno per ridurre le loro perdite. In questo momento hanno 9.051 dipendenti. Ma non è colpa dei dipendenti se c’è una pandemia, quindi Sega sta cercando di aiutare le persone che scelgono di andarsene volontariamente.

Come spiega SoraNews24 , i dipendenti volontari “riceveranno pacchetti di licenziamento e anche assistenza per il reimpiego per coloro che cercheranno un nuovo lavoro altrove invece di andare in pensione del tutto”.

Sega vuole le risposte dei propri dipendenti entro il 25 dicembre, e i dipendenti in uscita rimarrebbero fino a febbraio prima di dover andare altrove.



Argomenti correlati a: SEGA chiede a 650 dipendenti di dimettersi per la crisi economica della pandemia