Tempo Libero

La Regia Marina arriva in War Thunder


Gaijin Entertainment annuncia che la Marina Militare italiana arriverà molto presto all’interno del gioco di azione militare online War Thunder. Il gioco riceverà più di 20 navi da guerra italiane firmate che hanno servito l’Italia nel 20° secolo. I test dell’albero tecnologico di Regia Marina inizieranno tra qualche settimana, con il rilascio del prossimo importante aggiornamento dei contenuti.

I giocatori avranno la possibilità di provare una vasta gamma di navi da guerra, a partire da piccoli siluri e cannoniere fino all’incrociatore pesante di Trento. Sebbene durante la seconda guerra mondiale la marina italiana avesse alcune enormi navi altamente autonome e idonee alla navigazione in grado di proiettare forza nelle acque oceaniche profonde, una parte significativa delle forze era destinata a combattere abbastanza vicino alle loro basi. Non sorprende che alla fine tutte le vittorie navali italiane siano avvenute nel Mar Mediterraneo e siano state sia missioni di attacco che di difesa del convoglio. Ad esempio, le torpediniere della classe MS affondarono l’incrociatore britannico HMS Manchester e altre cinque navi durante l’Operazione Piedistallo vicino a Malta. In un’altra occasione, il cacciatorpediniere Espero di classe Turbine raggiunse la fama quando il suo equipaggio si sacrificò per assicurarsi che le altre navi da convoglio consegnassero rifornimenti militari a Tobruk.

Con la versione di aggiornamento dei contenuti, i giocatori avranno accesso al beta test chiuso della Marina italiana (o Regia Marina come è stata chiamata durante la guerra) e sbloccare i contenuti completando le attività quotidiane all’interno del gioco. L’acquisto di uno dei due pacchetti di preordine disponibili darà accesso all’intera ricerca della marina italiana nell’albero tecnologico subito dopo l’aggiornamento. Uno dei pacchetti contiene l’attacco aliscafo P 420 Sparviero con un cannone da 76 mm costruito all’inizio degli anni ’70. L’altro pacchetto riguarda la versione del 1942 del cacciatorpediniere Geniere con cinque cannoni da 120 mm e due lanciatori a triplo siluro.

L’aggiornamento dei contenuti includerà anche veicoli militari terrestri, marittimi e aerei per altri paesi che verranno annunciati in seguito.



Argomenti correlati a: La Regia Marina arriva in War Thunder