Tempo Libero

ENDZONE: A World Apart, novità sulla guida di sopravvivenza


Oggi, l’editore Assemble Entertainment ha svelato un’altra puntata della serie di video di “Endzone Survival Guide” per il loro imminente survival-builder Endzone – A World Apart , che verrà lanciato su Steam e GOG in Early Access il 2 aprile 2020.

In questo trailer, esploriamo i dettagli dell’elettricità e delle sue funzionalità all’interno di una civiltà post-apocalittica in via di sviluppo.

Il nuovo trailer introduce il collettore solare di Endzone, un meraviglioso pezzo di tecnologia che produce energia solare utilizzata per alimentare edifici collegati alla rete elettrica. Le linee elettriche servono anche come modo semplice per fornire energia a un insediamento, formando infine una rete elettrica potente e resistente. Tuttavia, bisogna prestare attenzione quando si estende una rete elettrica: troppi edifici collegati possono sovraccaricare la rete e causare un blackout disastroso, lasciando senza energia i coloni più vulnerabili. 

Dato che i collettori solari generano elettricità solo con la luce diurna disponibile, è fondamentale conservare l’energia nelle batterie che saranno utili durante una proverbiale giornata di pioggia. Le batterie consentono alla colonia di immagazzinare energia in eccesso durante il giorno per alimentare di nuovo la rete di notte, garantendo una fornitura costante di energia a ciascun edificio dell’insediamento, anche dopo il calare della notte. Dopotutto, una casa calda durante una notte fredda e desolata dopo la caduta della civiltà potrebbe essere l’unico barlume di speranza in un mondo altrimenti cupo.



Argomenti correlati a: ENDZONE: A World Apart, novità sulla guida di sopravvivenza