Tecnologia

Stallman il re dell’HackMeeting



Richard Stallman la star di lusso dell’ HackMeeting che quest’anno si è svolo in Toscana, il guru mondiale esperto di tecnologia a favore delle libertà di espressione e del software open source ha stupito come sempre la platea pronta a tutto pur di vedere il grande hacker.
La presenza di Stallman era la sicuramente la più accreditata, ma ha visto anche l’intervento di personalità di spicco nell’ambiente hi-tech su tematiche molto importanti.

HackMeeting, il papà del software libero ha annunciato tutto il suo dissapore verso i grandi che cercano sempre di più a limitare la libertà informatica. Nei primi due giorni si è anche parlato di temi importanti come la precarietà, il capitalismo digitale e il lavoro in Italia per categorie legate al mondo dello sviluppo . Il suo intervento riassume i concetti legati al mondo della privacy, sicurezza, copyright, Gnu/Linux. Il pericolo per il free software è la censura si internet.La censura non è solo quella che vediamo in Cina e in vari paesi dove l’accesso a internet è limitato ma anche la nuova legge bavaglio in Italia fa parte di queste norme restrittive. Ma anche voce per gli indignados.In Spagna hanno raccontano di utilizzare un social network alternativo per queste protesta.

La pubblicità é l’unica vera fonte di business dove siamo schiavi della pubblicità e i nostri contenuti sono venduti ai grandi per qualche centesimo online. Per ora queste sono le leggi del web e per restare bisogna attenersi.



Argomenti correlati a: Stallman il re dell’HackMeeting


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>