Tecnologia

Samsung minaccia di bloccare l’iPhone 5 in tutto il mondo



La società sudcoreana Samsung ha annunciato che ha indotto il divieto di vendita di Apple iPhone 5 in tutto il mondo nel quadro della guerra di brevetti, in cui entrambe le società stanno affondando nel loro vano tentativo di battaglia.IPhone 5 dovrebbe essere presentato il prossimo 4 ottobre, ma il suo rilascio può essere problematico se ci saranno problemi legali . Così, Samsung avrebbe sperimentato un cambiamento di strategia nella sua controversia per i brevetti con l’azienda americana.

I dirigenti di Samsung dicono che finora non hanno chiesto nulla per l’utilizzo di suoi brevetti alla società, perché ogni anno un fatturato di 6.300 milioni di euro , ma avvertono che questa situazione potrebbe cambiare.Entrambe le società sono impegnate in varie controversie legali in tutto il mondo a causa di brevetti. In Europa, Apple è riuscita a ottenere il divieto per la vendita di Galaxy 10.1 per plagio .

Da parte sua, Samsung ha reagito e citato in giudizio Apple in Australia per violazione di brevetto . Martedì scorso, la società ha anche chiesto di fermare la vendita di iphone per la violazione del brevetto.
La verità è che negli ultimi mesi i brevetti sono diventati uno strumento essenziale per le aziende di tecnologia leader per denunciare i loro rivali.Apple è una delle aziende più attive in questa guerra di brevetti. Oltre alla sua battaglia con Samsung, ha intrapreso un’azione legale contro il produttore taiwanese HTC .



Argomenti correlati a: Samsung minaccia di bloccare l’iPhone 5 in tutto il mondo


One comment on “Samsung minaccia di bloccare l’iPhone 5 in tutto il mondo

  1. Pingback: Samsung minaccia di bloccare l’iPhone 5 in tutto il mondo | SegnalaFeed.It

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>