Tempo Libero

Robert Bunsen festeggiato dal logo Google



Robert Bunsen, lo scienziato tedesco che ha sviluppato il becco Bunsen, è stato onorato da Google per il suo 200 ° compleanno con un logo Google.Il caratteristico bruciatore a gas da laboratorio utilizzati da generazioni di studenti nelle lezioni di scienze è ora sulla home page di google.Essa mostra una fiamma cambiando colore dal blu al viola.

Gottingen, in Germania, nel  31 marzo 1811, Robert Wilhelm Bunsen Eberhard è stato un chimico di primo piano nel suo giorno che ha scoperto il rubidio e cesio e sviluppato la pila Bunsen.

Ma è ricordato soprattutto per il bruciatore a gas che ha sviluppato con il suo assistente di laboratorio Peter Desaga nel 1854 e il 1855 per studiare lo spettro di colori dei diversi elementi riscaldati.
E’ stato durante la costruzione di impianti dei laboratori presso l’Università di Heidelberg, che ha pensato questo progetto.La città aveva appena cominciato a installare l’illuminazione stradale a gas e ha accettato per il nuovo edificio il collegamento alla rete per la prima volta.Bunsen si rese conto che la fornitura di gas diretto gli avrebbe permesso di adattare i suoi laboratori con semplici dispositivi che offrivano una potenza massima con un dispendio di energie minimo.Mai ha perso l’occasione per arricchirsi con l’innovazione, senza mai cercare un brevetto per questa invenzione, il vero scienziato che ama la scoperta senza dover ricavare un profitto dalle sue geniali invenzioni.Per diversi anni, Google ha cambiato il suo logo per celebrare artisti e menti geniali che hanno caratterizzato un mondo e tutto quello che oggi per noi è normale è dovuto proprio grazie alla scoperta di geni del passato come le invenzioni, gli artisti e gli eventi sportivi.



Argomenti correlati a: Robert Bunsen festeggiato dal logo Google


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>