Sicurezza informatica

RFID, a rischio sicurezza



Un consulente di sicurezza informatica per il Dipartimento del Primo Ministro ed il Governo ha riconosciuto che l’identificazione a radiofrequenza (RFID), per tutti i passaporti e carte di credito sono un rischio per la sicurezza delle informazioni, e ha sottolineato che il governo sta cercando il modo per renderle più sicure.Parlando alla conferenza annuale Biometrics Institute Australia a Sydney la scorsa settimana, il dott Helen Cartledge ha detto che i chip RFID, inclusi quelli situati all’interno di carte bancarie e quei passaporti rilasciati dal governo, sono a rischio per i dispositivi wireless.

Il Passaporto elettronico utilizza il controllo di accesso di base (BAC) per evitare che le informazioni personali vengono estratte senza la consegna del documento. Extended Access Control è usato per proteggere altre informazioni come le impronte digitali . Carte di credito , tuttavia, non hanno lo stesso tipo di garanzie e alcune delle informazioni in essi contenute possono essere vulnerabili se gli aggressori siano vicini con un transceiver [lettore con la stessa gamma di frequenze]

Mentre i dati in un passaporto richiedono una chiave cifrata da usare, alcuni ricercatori olandesi hanno scoperto un modo per leggere alcune informazioni memorizzate in remoto.Se vuoi altre info utili vedi questo protocollo utilizzato RFID



Argomenti correlati a: RFID, a rischio sicurezza


One comment on “RFID, a rischio sicurezza

  1. Pingback: RFID a rischio sicurezza | Over Security

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>