Tempo Libero

Pranzo di Pasqua: farlo a casa fa risparmiare almeno 200 euro



A dire che il

Pranzo di Pasqua

è meglio farlo a casa è Federconsumatori che sottolinea che in questo modo si possono risparmiare tanti soldi. Secondo una cifra molto approssimativa, preparare a casa il pranzo pasquale farebbe risparmiare in media 200 euro alle famiglie italiane. Ma quali sono gli altri vantaggi? Innanzitutto si cucina quello che si vuole, senza bisogno di essere obbligati a scegliere quello che offre il menu che, talvolta, in questi giorni di festa è abbastanza fisso.

Inoltre c’è il piacere di cucinare per la propria famiglia e per i propri invitati e di farlo con le proprie mani, mettendo in mostra le capacità in cucina. Cosa c’è di meglio del fare una bella figura grazie ad un dolce tipico o ad un agnello preparato proprio da noi? Evitare i ristoranti, poi, permette anche di creare momenti di maggiore intimità: proprio quello che ci vuole se abbiamo deciso di passare in famiglia, accanto alle persone che amiamo, la nostra Pasqua. Parenti, amici, figli, tutti riuniti intorno ad un tavolo senza il vociare tipico di un grande locale colmo di gente. Inoltre, da ultimo si possono scegliere gli ingredienti che si reputano più consoni, tendendo conto dei gusti di tutti e magari anche delle intolleranze alimentari di qualcuno: cosa che in un ristorante è davvero difficile fare. Insomma, il risparmio in termini economici è solo uno dei tanti vantaggi del pranzare a casa il giorno di Pasqua.



Argomenti correlati a: Pranzo di Pasqua: farlo a casa fa risparmiare almeno 200 euro


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>