Tempo Libero

Ecco il Pinocchio Rex, la Natura non scherzava neanche tra i dinosauri


Definito il Pinocchio Rex, una specie vicina al Tyrannosaurus Rex, ma che prediligeva cibarsi di prede più piccole rispetto al fratello maggiore, ‘tiranno’ dei dinosauri.

La Natura ci forniva una fauna florida e anche particolarmente simpatica se è vero che il Tirannosauro poteva annoverare tra i propri fratelli quello con il naso lungo.

Pinocchio Rex scoperto nuovo esemplare

Foto: Chuang Zhao

Ma chi era questo particolare dinosauro, che, a questo punto, diventa il classico capro espiatorio per i colleghi rettili preistorici? A dircelo è l’ANSA, infatti il caratteristico bestione “Aveva un buffo muso, dal ‘naso’ lungo e sottile, ma era un vorace carnivoro. Per questo i paleontologi dell’Accademia Cinese delle Scienze geologiche e dell’università scozzese di Edimburgo lo hanno chiamato ‘Pinocchio rex’, anche se il suo nome scientifico è Qianzhousaurus sinensis”. Il nomignolo non proprio simpatico per il povero rettile – che quanto a voracità proprio così innocuo non era – è dunque di paternità cinese.

La Rivista Nature Communications ci consegna questo nuovo esemplare dopo che il suo scheletro è stato scoperto nella Cina del Sud, definito come un ‘cugino’ del Tytannosaurus, vissuto fino a 66 milioni di anni fa, epoca della glaciazione che li ha fatti fuori tutti questi rettili, oggi anche simpatici.

In definitiva, il power del Pinocchio rex era certo meno potente del tirannosauro, ed era anche più piccolo e meno imponente, ma era più veloce del cugino-fratello più grande, e aveva una scelta più vasta tra le proprie prese. Un simpatico rettile, ma pur sempre un predatore, assassino di suoi colleghi più piccoli.

Non tutti avrebbero potuto schernirlo per quel naso così lungo…



Argomenti correlati a: Ecco il Pinocchio Rex, la Natura non scherzava neanche tra i dinosauri


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>