Tempo Libero

Pasqua ortodossa: analogie e differenze


pasqua ortodossa italiana

pasqua ortodossa in italia

La Pasqua ortodossa non coincide con quella cattolica e questo per una ragione fondamentale: la chiesa ortodossa segue il calendario giuliano, diverso dal nostro che è quello gregoriano. Per gli ortodossi Pasqua è la festa religiosa più attesa ed importante dell’anno ed è un momento da trascorrere doverosamente in famiglia. La Settimana Santa si riempie di un significato molto intenso ed è sentita da tutti i fedeli. Tipica Settimana Santa ortodossa è quella a cui si può assistere recandosi in Grecia, dove la maggior parte della popolazione ha questa fede.

Qui le processioni della Settimana Santa sono dei veri e propri momenti di ritrovo per tutti i fedeli che clebrano il Cristo morto e risorto. Le tradizioni affondano le loro radici nella notte dei tempi.In Grecia, durante la messa di mezzanotte del Sabato Santo, il Pope, il corrispettivo del nostro sacerdote, bussa tre volte alla porta della Chiesa dove si sta celebrano la liturgia pasquale, per annunciare la Risurrezione: partono da quel momento canti di gioia e lanci di foglie d’alloro. Contestualmente si accendono delle candele come simbolo di speranza. Il pranzo di Pasqua è un momento di aggregazione per tutta la famiglia che si ritrova per mangiare l’agnello e le tipiche uova dipinte di rosso: la tradizione prevede che ognuno batta il suo uovo con quello del vicino prima di mangiarlo. Quest’anno la Pasqua ortodossa verrà festeggiata il 24 aprile, quindi in concomitanza con la nostra.



Argomenti correlati a: Pasqua ortodossa: analogie e differenze


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>