Tecnologia

Novità Twitter per gli Advertiser: ecco il ‘Language Targeting’


Twitter si arricchisce e si perfeziona: per meglio definire il target di riferimento per un Advertise, ossia la semplice pubblicità, inserisce il Language Targeting.

Mediante questa innovazione la strategia dei ‘mercatari’ dei Socialnetwork si potrà perfezionare ed essere maggiormente puntuale e ficcante verso l’obiettivo, vista la precedente dispersione delle pubblicità.

Anche Twitter inizia ad adeguarsi alle esigenze del mercato globale relativo ai socialnetwork e strettamente legato agli introiti provenienti dalla pubblicità sul web con la definizione del linguaggio per il target cui un marketer si riferisce. Nuovi strumenti crescono, dopo che Facebook ha migliorato il tracciamento dei video sulle pagine fan, a fini statistici e, ovviamente, pubblicitari e di diffusione di brand e promozioni nella maniera più corretta per gli amministratori di pagina, anche Twitter inizia a perfezionare le proprie strategie e a fornire soluzioni più adatte a tutti.

twitter-language-targeting

Il Language Targeting sarà in 20 lingue diverse e sarà esteso per l’appunto a livello mondiale mediante Ads Api.

L’esempio di Twitter sull’innovazione strategica per gli advertiser è proprio focalizzato sull’Italia (Trad.): “Del Language Targeting possono beneficiare tutti coloro vogliano raggiungere un pubblico globale con una messaggistica di una specifica lingua o che vivono in Paesi multilingue. Ad esempio, un inserzionista che vuole promuovere i tweet per i tifosi di calcio di lingua italiana durante la Coppa del Mondo, potrà utilizzare la lingua italiana e raggiungere gli utenti giusti in tutto il mondo”.

 



Argomenti correlati a: Novità Twitter per gli Advertiser: ecco il ‘Language Targeting’


One comment on “Novità Twitter per gli Advertiser: ecco il ‘Language Targeting’

  1. Pingback: Twitter aiuta le piccole imprese ad ottenere gli obiettivi, con un guida

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>