Guide Geek IT

Nokia X, possibile successo di un Android a basso costo


Finalmente è arrivato sugli scaffali dei negozi, nel nostro paese per ora solo su quelli virtuali, il tanto atteso Nokia X, il primo smartphone con sistema operativo Android prodotto dalla Nokia, che finora non aveva mai preso in considerazione l’ipotesi di utilizzare per i suoi device il sistema operativo made in Google, ma che adesso ha deciso di ritornare sui suoi passi. Quello che salta subito all’occhio di questo nuovo smartphone della casa finlandese è di sicuro il prezzo, che sarà di soli 99 euro, paragonabile agli smartphone di fascia bassa, ma che in sostanza consente di avere ottime caratteristiche a basso costo.

Il prezzo è sicuramente uno dei punti di forza del Nokia X, che quindi potrebbe apprestarsi ad ottenere un grande successo, quello che finora è mancato per gli smartphone Android a basso costo, finora surclassati dalla bellezza e dalle performance dei loro colleghi di fascia alta. Questo nonostante i prezzi di vendita degli smartphone Android di primo livello siano in alcuni casi abbastanza proibitivi, a meno di acquistarli a rate dai provider di telefonia, oppure sfruttando i siti web per la ricerca di offerte online come sale runner, che consentono di valutare l’acquisto al prezzo più basso presente nei negozi virtuali.

Uno dei grandi segreti del basso costo del Nokia X risiede proprio nella versione del sistema operativo Android che monta, che prende il nome di AOSP (Android Open Source Project), che essendo appunto un sistema open source non prevede alcun costo di licenza. Il rovescio della medaglia risiede nel fatto che non sarà possibile appoggiarsi al Google Play per acquistare le app, motivo per cui la Nokia stessa sta approntando uno store Android dedicato.

Per il resto le applicazioni che girano sul Nokia X sono esattamente le stesse che si trovano su tutti gli altri smartphone Android, la differenza sta solo nel fatto che si va ad agire su poche righe di codice per renderle perfettamente compatibili con i servizi della casa finlandese, quindi per esempio, come già capita con la serie Lumia che monta Windows Phone, si possono utilizzare le mappe di Google, ma attraverso il servizio Here di Nokia.

Il Nokia X si appresta quindi a tramutarsi in un ottimo successo, a base di buone prestazioni hardware, sistema operativo versatile, applicazioni dedicate e soprattutto basso costo, un mix che di sicuro attirerà verso la casa finlandese una buona fetta di mercato.



Argomenti correlati a: Nokia X, possibile successo di un Android a basso costo


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>