streaming_geekit.it Web e Interviste

Lo streaming come non lo avevamo mai considerato: i pro e i contro di una delle più significative rivoluzioni tecnologiche degli ultimi tempi


Lo streaming ha letteralmente rivoluzionato il nostro modo di approcciarci al mondo del cinema. Se prima ci si poteva concedere più raramente l’opportunità di trascorrere una bella serata film e pop corn, organizzandoci in anticipo, imbattendoci anche in file chilometriche al botteghino o nell’affannata di un parcheggio vicino al cinema adesso non dobbiamo fare altro che accendere il pc, scegliere la pellicola che preferiamo, rilassarci sul divano e goderci il film. E possiamo farlo in qualunque momento della giornata e ovunque ci troviamo, basta solo disporre di una buona connessione internet. Poi sta a noi decidere se guardare film in streaming gratis (e ci sono tanti siti da cui è possibile farlo, come ad esempio italia-film.gratis ),oppure accedere ai contenuti video in streaming tramite piattaforme dedicate che offrono il servizio a pagamento. Quella è una scelta di natura etico-pratica che dipende esclusivamente dalla nostra sensibilità personale. Di sicuro, però ci sono tanti aspetti del fenomeno streaming che spesso passano in secondo piano, ma che, in realtà hanno modificato radicalmente la relazione che abbiamo nei confronti della settima arte. In questo articolo ne metteremo in luce i più significativi.

Il cinema non è più un rituale

Quando non esisteva ancora lo streaming c’erano degli appuntamenti fissi durante dell’anno in cui era prassi recarsi al cinema e le case di distribuzione cinematografica pianificavano le uscite dei film con maggiore potenziale d’incasso in concomitanza dei periodi di maggiore affluenza. Basti pensare al fenomeno dei cinepanettoni: questa tipologia di film comico è nata proprio in conseguenza del fatto che nelle vacanze natalizie si registrava un aumento consistente degli spettatori e, diventando un prodotto seriale, è finito per essere un appuntamento immancabile che ha garantito incassi da capogiro per oltre un decennio alle case di produzione che hanno deciso di investirci. Ora le cose sono cambiate. Tendenzialmente lo spettatore medio continua ad andare al cinema, sicuramente con una frequenza minore rispetto al passato, ma dando un valore diverso alla scelta del film. Proprio perché ormai è possibile vedere anche i titoli più recenti comodamente da casa e , il più delle volte senza dover pagare un centesimo, si sceglie di andare al cinema- e pagarne il biglietto- perché è proprio lì che si vuole vedere quel film proiettato sul grande schermo con la giusta qualità audio. In sintesi, non andiamo più tanto al cinema perché va di moda, ma perché riteniamo che il film che decidiamo di vedere merita il nostro “ impegno”: per quella pellicola vale la pena scomodarsi di raggiungere la sala cinematografica, mettersi in fila al botteghino, evitare accuratamente le anticipazioni del pubblico dello spettacolo precedente e restare seduti per tutta la durata del film. Senza dimenticare che in tempi di crisi anche il costo del biglietto del cinema diventa un piccolo lusso che decidiamo di concederci.

È più semplice farsi una cultura cinematografica.

L’accessibilità dei contenuti offerta dallo streaming offre, a chi intendesse farlo, l’opportunità di aumentare la propria cultura cinematografica. Sulle piattaforme dedicate allo streaming sono presenti intere filmografie dei registi più gettonati, così come pellicole più datate che difficilmente si ha modo di vedere anche in tv. Questo è sicuramente un aspetto vantaggioso dello streaming, soprattutto per le generazioni più giovani che non hanno avuto materialmente la possibilità di vedere opere di maestri del cinema del calibro di Vittorio De Sica, Pierpaolo Pasolini o Mario Monicelli -giusto per citarne alcuni- a meno che non siano cresciuti in un contesto culturalmente stimolante. Per quanto possa essere deprecabile da diversi punti di vista, lo streaming



Argomenti correlati a: Lo streaming come non lo avevamo mai considerato: i pro e i contro di una delle più significative rivoluzioni tecnologiche degli ultimi tempi