Tecnologia

Josef Frank: Google festeggia l’artista


Google oggi festeggia Josef Frank noto architetto austro-svedese nato il 15 luglio 1885 a Baden , morto l’8 gennaio 1967 a Stoccolma. L’idea del motore di ricerca è principalmente di ricreare queste linee tipiche dell’arte di Josef Frank creando un’effetto magnifico e un capolavoro di logo che rispecchia completamente lo stile dell’architetto.

Sicuramente la forza principale di questo logo è voler mettere in evidenza un’artista con la rappresentazione di un logo particolare incuriosendo il popolo della rete intorno questa figura che magari per molti potrebbe apparire come nuova .

Josef Frank trascorse molto tempo della sua vita in esilio in Svezia anche per la sua origine ebraica, ebbe tre fratelli ,il fratello maggiore Philipp Frank (1884-1966), una sorella minore Hedwig (1987-1966) e per ultimo il fratello Rudolf Frank (1890-1942).

Frank ha studiato architettura nel 1908 presso l’Università Tecnica di Vienna e i suoi primi lavori sono stati rappresentati alla mostra Weissenhof di Stoccarda e nel 1932 per l’edilizia abitativa Werkbundsiedlung mostra a Vienna.

Ha anche progettato cinque esclusive ville in Svezia meridionale che sono ancora presenti. Tra le opere di Frank abbiamo anche Villa Beer nella Città Bianca, Tel Aviv, Israele.Ha lavorato principalmente nel campo dell’arredamento e del design di mobili probabilmente un settore che permetteva ottimi guadagni e le sue rappresentazioni si trovano nel Museo Nazionale di Stoccolma.

Oggi grazie a google abbiamo scoperto la potenza del fantastico logotipo che ci hanno presentato nella sua grande innovazione e qualità creativa che hanno contraddistinto la bravura di Josef Frank.




Argomenti correlati a: Josef Frank: Google festeggia l’artista


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>