corte di giustizia Tecnologia

Il linguaggio di programmazione non è protetto dal copyright



Il codice sorgente e codice oggetto di un programma per computer è protetto da copyright in Europa. Invece, la funzionalità e il linguaggio di programmazione dello stesso programma non hanno questa protezione giuridica , secondo la dichiarazione rilasciata oggi dalla Corte di giustizia dell’Unione europea (CGE) . La sentenza ritiene inoltre che, chi acquista una licenza ha il diritto di “osservare, verificare e studiare il suo funzionamento e determinate idee e principi che ne stanno alla base.

La sentenza europea risolve il caso tra la società SAS Institute e World Programming. La prima ha citato in giudizio con l’accusa di aver violato il loro copyright e la licenza della versione di apprendimento. World Programming sostiene di aver acquisito “legalmente copie della versione di apprendimento di SAS, che ha usato per studiare e capire anche il suo funzionamento sviluppando “un programma alternativo, WPS, in grado di far girare applicazioni scritte in linguaggio SAS.”

Copyright protegge “tutte le forme di espressione della creazione intellettuale dell’autore del programma. Tuttavia, le idee e i principi alla base di qualsiasi elemento del programma, compresi quelli alla base delle sue interfacce, non lo sono. La Corte ricorda che Programming World non ha avuto accesso al codice sorgente del programma SAS Institute né fatto alcuna decompilazione del codice oggetto del programma . WPL è stato riprodotto attraverso le funzionalità del programma di SAS Institute con l’osservazione, lo studio e la verifica , utilizzando lo stesso linguaggio di programmazione e lo stesso file di dati.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>