Tecnologia

Giappone reclama primato dei supercomputer


japan

E' scontro Giappone-Cina su quale sia il super computer più potente

Il Giappone reclama il primato per il supercomputer più veloce al mondo, che soltanto pochi era stato assegnato al calcolatore cinese Tianhe-1°, sviluppato nell’Università Nazionale di Tecnologia per la Difesa ed è stato installato al National Supercomputing Center (NSCC) di Tianjin, nella Cina Settentrionale.

Secondo l’Agenzia nazionale per la tecnologia e le scienze marine e terrestri, il supercomputer più potente al mondo è il suo Earth Simulator, la cui principale funzione verte sulla valutazione e sulla previsione dei cambiamenti climatici: il supercomputer nipponico si è collocato al primo posto in una diversa classifica per calcolatori elettronici, che studia le macchine per la capacità di eseguire operazioni complesse.

La disputa dei due supercomputer “made in China” e “made in Japan” sembra essere dovuta a fattore di prestigio internazionale. Ma al tempo stesso essendo stati classificati sulla base di due graduatorie che usano parametri decisamente diversi, sapere quale è il supercomputer più potente pare essere ardua impresa.



Argomenti correlati a: Giappone reclama primato dei supercomputer


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>