Facebook

Facebook paga 25.000 dollari a ‘whitehat’ hacker


Facebook sta pagando una media di più di £ 1.000 al giorno per gli esperti di sicurezza per trovare bug nei suoi software che potrebbero essere sfruttate da hacker malintenzionati.Le tre settimane di vita per questo progetto ha già distribuito ricompense per un totale di circa £ 25.000, tra cui più di 4.300 £ per un individuo che ha riportato sei vulnerabilità potenziali.Il più grande pagamento è stato a favore di un unico individuo che si è aggiudicato £ 3.000 perchè ha realizzato un rapporto molto accurato. Tutto questo processo è stato utile migliorando quelle piccole problematiche e sistemando a livello di codice il sito rendendolo migliore. Il programma Bug Bounty è stato ben accolto dai commentatori di sicurezza, che sono spesso critici con le grandi aziende che rispondono alle segnalazioni di bug.

“WhiteHat” hacker, che non sfruttano le vulnerabilità si imbattono spesso in problemi, in passato si sono trovati l’oggetto di indagini penali dopo aver detto ai fornitori l’esistenza di un bug. Il Team di Facebook di sicurezza interna setaccia milioni di riga di codice per il software sul grande social network al mondo e le vulnerabilità che potrebbero consentire agli hacker malintenzionati di rubare dati, ma il programma Bug Bounty è un invito formale per gli estranei ad aiutare con le scoperte.

“Abbiamo ricevuto un feedback molto positivo quando abbiamo lanciato la nostra politica responsabile” . “Siamo una delle prime aziende a definire chiaramente la nostra politica al fine di rendere sicuri coloro che scoprono vulnerabilità pronti a segnalare ogni anomalia, e siamo lieti di vedere che altre organizzazioni stanno adottando una posizione simile.

Google ha lanciato un sistema simile lo scorso anno, che inizialmente riguardava il progetto open source per il browser Chrome, ma è stato successivamente ampliato per invitare gli hacker whitehat per sondare siti web compresi google.com e youtube.com.TippingPoint,  altro fornitore di sicurezza aziendale di proprietà di HP, paga anche premi in denaro per le nuove vulnerabilità.

Facebook non ricompensa tutti i bug….



Argomenti correlati a: Facebook paga 25.000 dollari a ‘whitehat’ hacker


Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>