MK-BV553_COMPUT_D_20120708193000 Tecnologia

DNS Changer passa, ma le trappole di Internet non finiscono



La minaccia di DNS Changer, il virus apocalittico Internet, è svanito. Ma gli analisti avvertono che la tecnologia di sicurezza che ci sono dietro i virus sono ancora più infide di quanto si possa pensare.
Non sono state segnalate interruzioni significative dopo che l’FBI a ha rimosso il server che fin ora serviva per proteggere 577.000 PC Windows.I PC sarebbero stati tagliati fuori dall’accesso al Web, in quanto le autorità hanno smantellato i server fasulli che i criminali usavano per controllare i DNS Changer e tutte le macchine infette. Un minuto dopo la mezzanotte di Lunedi, 277.000 PC, tra cui 64.000 negli Stati Uniti, sono rimasti infettati .

Inoltre, i fornitori di servizi Internet sono stati avvisati di aiutare le vittime a rimanere in contatto con il web.La maggior parte dei principali ISP hanno collaborato con l’FBI, cercando di aiutare i clienti a risolvere il problema.DNS Changer non è così potente come lo era un anno fa, quando in primo luogo emerse sul web. Questo è in parte perché la maggior parte grandi prodotti anti-virus sono stati messi a punto per evitare una veloce propagazione. Nel frattempo, Google, Facebook e Comcast sono stati i conduttori per informare le persone e verificare al sito www.dcwg.org di probabili infezioni . Un rapido controllo PC, nonché linee guida per rimuovere l’infezione sono disponibili.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>