bullet-witch-review Videogame Review 2018

Bullet Witch: La recensione PC


Dopo oltre un decennio dalla sua prima uscita su console Xbox 360, Bullet Witch ritorna con occhio al passato e con una nuova veste grafica per PC. Vediamo di approfondire un titolo, che già alla sua epoca, non fece gridare al capolavoro, e non senza validi motivi. Sicuramente, Bullet Witch è stato riportato su PC da Marvelous per l’Europa, il gioco di stampo nipponico mantiene la particolare caratteristica di essere uno shooter in terza persona con protagonista una strega, con tanto di incantesimi e sexy movenze in stile Japan.

bw1

 

Alicia, la strega protagonista di questo massacro di proiettili, è una antesignana della ben più famosa collega Bayonetta, sia nel suo fare provocante e misterioso, che nelle sue vesti succinte e nelle sue azioni piuttosto violente e determinate. Ovviamente, Alicia, non ha avuto la stessa fortuna della strega di Platinum Games, ma il porting su PC potrebbe, forse, farle fare un piccolo passetto in avanti.

Partiamo subito col dire che la storia di Bullet Witch per PC ricalca quella della sua old-version su X360: Alicia Claus è infatti guidata dal potere “Oscurità” a contrastare una sempre più vicina fine dell’umanità in una non ben precisata area desolata dell’America, in un 2013 piuttosto futuristico (almeno per il periodo in cui uscì la strega sparatutto per la prima volta). Il popolo è sull’orlo della disperazione, tende a fuggire di fronte alla crescente minaccia mostruosa e ben armata: l’esercito e una strega, riusciranno a frenare la dilagante orda di mostri con tanto di fucili, razzi e bombe a mano?

bw2

In questo contesto apocalittico veniamo quindi catapultati nei panni di una strega che è abilissima non solo nell’adoperare incantesimi, decisamente più adatti alla sua figura, ma anche a maneggiare armi e fucili anche abbastanza appariscenti e maestosi. Qui nasce lo shooter oscuro che si associa all’action fantasy in terza persona: niente di eccezionale, c’è da dirlo, non lo era neanche nella sua epoca, anche per una certa semplicità e meccanicità dei movimenti nella mappa, del prendere la mira, dello scoccare i colpi. Sicuramente interessante è la mescolanza di generi, con la fase più adatta alla strega, ossia la scelta dell’incantesimo da lanciare, che si fa decisamente preferire e che dona un senso di appagatezza seppur non esaltante.

bw3

Altro aspetto positivo: In questa rinnovata veste di Bullet Witch per PC, Marvelous e XSEED forniscono tutti i costumi e DLC previsti in un unico pacchetto, si potrà quindi affrontare la campagna principale con tutti i contenuti aggiuntivi già sbloccati.

Con queste premesse, sicuramente, Alicia non riesce a sfondare neanche nella sua nuova veste, sia perché di nuovo ha molto poco rispetto alla versione console del 2007, sia perché il mordente continua a mancare, la velocità di gameplay non è garantita: giusto un piccolo plauso alla caratterizzazione del personaggio e alla semplicità in cui il titolo si lascia giocare, con assoluta spensieratezza, per alcune orette di gioco.

bw4

BULLET WITCH

SVILUPPATORI 64%
STORIA 67%
GRAFICA 69%
GIOCABILITA' 67%
DURATA 65%
PERSONAGGI 68%
Final Thoughts

Alicia non riesce a sfondare neanche nella sua nuova veste, sia perché di nuovo ha molto poco rispetto alla versione console del 2007, sia perché il mordente continua a mancare, la velocità di gameplay non è garantita: giusto un piccolo plauso alla caratterizzazione del personaggio e alla semplicità in cui il titolo si lascia giocare, con assoluta spensieratezza, per alcune orette di gioco.

Overall Score 66% VALUTAZIONE
Readers Rating
1 votes
72


Argomenti correlati a: Bullet Witch: La recensione PC